salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Protezione Civile Protezione Civile Comune di Prato
Forte vento del 5 marzo 2015 - Informazioni utili dall'Ufficio di Protezione Civile

Contributo di Solidarietà - evento del 5 marzo 2015 - Liquidazione del saldo da parte della Regione Toscana


Aggiornamento del 21 marzo 2016

Martedì scorso, 15 marzo 2016, la Regione Toscana ha approvato il decreto dirigenziale n. 1089 nel quale si dispone l’erogazione al Comune di Prato dell'importo “a saldo” necessario per la definitiva chiusura di tutte le pratiche di “contributo straordinario di solidarietà” richiesto dai cittadini pratesi ai sensi della Legge Regionale 20 marzo 2015 n. 31.

Si avvia quindi a conclusione l’iter finalizzato al completo riconoscimento dei contributi stanziati dalla Regione e spettanti agli aventi diritto secondo i parametri stabiliti dalla citata legge.

Cenni sul percorso

L’Unità Operativa “Protezione Civile” del Comune di Prato, immediatamente a seguito della pubblicazione della Legge Regionale 31/2015, fornì tutte le indicazioni necessarie affinché la cittadinanza pratese danneggiata a seguito della burrasca di vento del 5.3.2015, potesse attivarsi e richiedere i contribuiti previsti.

A tal proposito fu immediatamente pubblicata una specifica sezione del sito web istituzionale nella quale, progressivamente, si è provveduto a fornire indicazioni e specifiche a proposito di “chi" fossero i soggetti che potevano richiedere questo contributo e "quali" le procedure previste (vedi tutti i vari aggiornamenti)

Ricordiamo ancora una volta che potevano richiedere l’accesso a detti contributi solo i cittadini che, a seguito degli eventi calamitosi del 5 marzo 2015, avevano riportato danni (strutturali e non per “beni mobili”) alla loro “prima casa” sita a Prato e il cui nucleo familiare disponesse di un valore ISEE non superiore ai 36.000,00 euro.

La Giunta Comunale di Prato (con propria delibera n. 177 del 7/8/2015), nel rispetto dei poteri concessi dalla stessa LR 31/2015 agli enti locali, individuò specifici parametri di ripartizione del contributo di solidarietà e stabilì anche che a tale contributo avrebbero potuto accedere anche i cittadini che avessero riportato danni a strutture condominiali dell’edificio in cui aveva ubicazione la loro “prima casa”, ovviamente per la loro quota-parte delle spese e che, naturalmente, disponessero di tutte le altre caratteristiche previste dalal legge.

Il Comune di Prato ha provveduto alla completa istruttoria di tutte le pratiche di accesso a questo contributo di solidarietà pervenute (ricordiamo che la scadenza dei termini di presentazione delle istanze era fissata al 15 maggio 2015) relazionando nel dettaglio alla Regione.

Già nel mese di dicembre dell’anno scorso, grazie ad una prima trance erogata dalla Regione (decreto 3182/2015), nella piena applicazione delle disposizioni fornite dalla Giunta Comunale, abbiamo provveduto ad erogare un primo acconto a tutti i richiedenti risultati aventi titolo.


Iter erogazione saldo contributi

Con quest’ultimo decreto la Regione Toscana ha disposto l’erogazione del saldo al Comune di Prato come da specifica richiesta e numerosi solleciti.

Nei prossimi giorni la Regione provvederà all’effettivo trasferimento dei fondi alla nostra Amministrazione e l'ufficio Protezione Civile alla ripartizione esatta e definitiva fra tutti gli aventi diritto sulla base dei parametri fissati dalla Giunta Comunale con la menzionata delibera.

Immediatamente dopo provvederà agli atti necessari al fine di ripartire il saldo dei contributi a tutti i richiedenti provvedendo alla loro liquidazione nei modi già indicati da tutti i cittadini e già utilizzati per l’erogazione dell’acconto avvenuto a dicembre 2015.

Parallelamente verrà inoltrata una lettera raccomandata al fine di informare ogni singolo richiedente degli importi a saldo spettanti.

Valutando le tempistiche necessarie per il corretto svolgimento delle procedure obbligatorie sopra descritte, riteniamo verosimile definire nella seconda decade di aprile il termine in cui l’ufficio Protezione Civile potrà chiudere le procedure di liquidazione a tutti i cittadini aventi titolo al saldo dei contributi regionali di solidarietà per i danni del 5 marzo 2015.

Chiaramente, come sempre, questo ufficio resta a disposizione della cittadinanza per qualsiasi dettaglio sia a mezzo posta elettronica (protezionecivile@comune.prato.it) oppure telefonicamente (0574.1836562 – 0574.1836508 – 0574.1835529).

Pubblichiamo direttamente in questa pagina il decreto Regione Toscana n. 1089 del 15 marzo 2016.

 

Nei prossimi giorni provvederemo a aggiornamenti di questa sezione così da fornire dettagli circa l’andamento delle procedure in atto.



Allegati e documenti

 2 - Decreto Regione Toscana n. 1089 del 15 marzo 2016 in formato .pdf 740 kb
 1 - Legge Regionale n. 31/2015 - Contributo di Solidarietà in formato .pdf 18 kb

Condividi su:



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 29.08.2016
 indietro  inizio pagina